Stefano Bon Official Website

8 Giugno 2008

Fidanzato in affitto - Eliselle - Newton Compton

Veramente divertente e piacevole questo romanzo di Eliselle! Certo, la conosco (anche se solo via e-mail, spero di colmare presto questa lacuna…) ma il valore delle pagine va al di là della stima. Spesso si parla di chick-lit che, credo di aver capito, essere quella letteratura che partendo dal “rosa” sconfina in argomenti più scabrosi senza però diventare pornografia od altro. Credo si tratti di Kinsella-style o la famigerata/famosissima Bridget Jones. Ovviamente in Italia e solo da noi, il termine chick-lit è diventato un termine spregiativo, un po’ come è accaduto a “commedia all’italiana” o a “nazional-popolare. Comunque tranquilli: “Fidanzato in affitto” non è un romanzo per pollastre. E’ un libro divertente, ma parla della crescita, rocambolesca è chiaro, di un pulcino nero metropolitano che si scopre cigno al termine del suo viaggio, semplicemente perché è capace di guardare dentro sè stesso. Il fidanzato masochista è solo un geniale escamotage; in verità Cristal è una ragazza che potreste incontrare in treno, in autobus od ad uno di quei concorsi infiniti per posti da raccomandati. Sempre in piedi nonostante le continue delusioni, sentimenti compresi. Questo mondo fatto di lavoretti, subaffitti, amorucoli è il liquido amniotico in cui sono immersi i famosi “bamboccioni” che tutti criticano o irridono, ma nessuno capisce. Si ride molto con queste pagine, ma il romanzo è molto più “sociale” di tanti saggi ponderosi. E’ bello anche vedere come due persone così diverse possano crescere insieme e migliorare la propria esistenza. Una bella iniezione di fiducia epr tutti. Complimenti Eliselle!

Archiviato in: Recensioni — Stefano @ 15:37

Nessun Commento »

Lascia un tuo commento